domenica 14 febbraio 2016

Sanremo 2016 (in pillole)

Clikka per ingrandire, altrimenti non vedi una mazza

Abbiamo visto il Festival poco e male, anche perchè ieri su Rete4 c'era Full Metal Jacket, ma non potevamo esimerci dal condensare alcune impressioni sulla kermesse sanremese, è Darwin che ce lo chiede.

1°) Cominciamo da Laura Pausini vestita come il twister fragola e cioccolato, sfoggia ascelle catarifrangenti e la solita incomparabile ubriachezza. Notabile il duetto con sè stessa del 1993, che non si vedeva dai tempi di Manuela Villa che cantava con Claudio Villa nelle trasmissioni di Paolo Limiti (shameless).

2°) Enrico Ruggeri si sta lentamente evolvendo in Walter White e per entrare in quei pantaloni stretti è stato certamente evirato.

3°) Ringraziamo seriamente Masini per aver anche solo pensato che nella borsa di una donna ci siano tutte queste cose poetiche cantate da Noemi, ma ha dimenticato la prima cosa, nella borsa di una donna ci sono gli assorbenti always.

4°) Madalina Ghenea memorabile perchè lo ha preso da Fassbender e l'attimo dopo pure da Gerard Butler, che je vuoi dì??

5°) Gabriel Garko coi capelli pettinati come l'unica pelliccia che Marina Ripa di Meana non si vergogna di indossare (per non dimenticare) si conferma il grande attore di fotoromanzi con l'audio che tutti sapevamo, guarda il gobbo con lo sguardo fisso come un bambino colpito da mutismo selettivo. Ogni volta che saliva sul palco avevo pena per lui.

6°) Elton John che accenna a scaccolarsi mentre parla con Carlo Conti è stato il momento più alto della prima serata.

7°) Elio e le Storie Tese hanno esaurito il concetto, abbiamo capito che siete dei grandi musicisti, abbiamo capito che la canzone era una finezza virtuosistica ai ritornelli di Sanremo, abbiamo capito la sottile ironia bla bla bla, ma anche basta adesso perchè vi state capendo da soli, voi, Battiato e il filosofo che scrive i testi a Battiato.
8°) Patty Pravo è diventata un incrocio tra Manimal e David Boreanaz in Buffy l'ammazzavampiri, lo spazio tra le sopracciglia è così largo a forza di plastiche che ci puoi cucinare una crostata. Nella terza serata è vestita come un arlecchino triste in un cerchio di glow (cit.), orde di frAci hanno pianto e scheccato insieme davanti alla tv durante questa esibizione.

9°) Valerio Scanu il primo Female to Man della musica italiana non fa rimpiangere Conchita Wurst, anche e sopattutto esteticamente.

10°) Franchesca Michielin, laddove io avrei detto Mishlèn, invece è proprio Michielin, la risposta italiana a Bjork e a Carmen Consoli, con la differenza che quest'ultima non è andata da un logopedista.

11°) Eros Ramazzotti canta bene, è invecchiato bene, ma quando parla, pare che si è smezzato il cervello con Garko e forse anche con la Kidman.

12°) Gli Zero Assoluto si stanno pericolosamente avvicinando agli 883, in cui canta uno soltanto (o sussurra, non s'è capito) e l'altro... si muove.

13°) Miglior comico di questa edizione certamente Giovanni Toti, presidente della Regione Liguria, che senza alcuna cognizione di causa ricorda i Marò durante la premiazione delle "nuove proposte" (ridevo con le convulsioni).

14°) E siccome c'è sempre quello che si sveglia per ultimo e non sa dove si trova, Fabio Rampelli capogruppo alla camera di Fratelli d'Italia -che non ha imparato da Bagnasco (sempre sia lodato) la lezione de "l'Italia ha altri problemi"- ha detto che presenterà un'interrogazione in Vigilanza Rai per i nastri arcobaleno indossati da cantanti/ospiti quale silenziosa forma di adesione per le Unioni Civili. Chiaramente ha ragione, primo perchè 'stì nastrini il più delle volte non si intonavano coi vestiti, secondo perchè tutta questa libertà d'opinione non si è mai vista in Italia e la tradizione è un valore fondante. Proponiamo anche un esposto per circonvenzione d'incapace, perchè Gabriel Garko non è mai stato davvero presente a sè stesso dalla prima all'ultima serata.

15°) Il "premio nuove proposte" è andato a Francesco Gabbani (non vi fa ridere questo cognome?), ma siamo tutti concordi nel dire che doveva andare ai neuroni di Madalina Ghenea, che a tratti ho confuso con Barbara D'Urso (col cuoooreeeee!!!).

16°) Come sempre i vincitori scontentano tutti e sul podio finiscono gli Stadio, Francesca Michielin e il duo Caccamo&Iurato, quando sappiamo tutti che doveva vincere Vessicchio.

Figlie della Serva ©

PS: la terza serata non l'abbiamo vista, perchè aspettavamo su RaiTre "Storie Maledette" della GRANDISSIMA Franca Leosini. Quando abbiamo capito che il programma è stato sospeso probabilmente per evitare la controprogrammazione con Sanremo, abbiamo boicottato il festival per protesta.

0 commenti:

Posta un commento

Non vi sprecate troppo a scrivere ciò che pensate, a nessuno importa davvero.

 

Figlie della Serva (tutti ridono tranne te) - Template by Ipietoon Cute Blog Design adattato da noi.
(*)Attenzione: avvertiamo i lettori che il colore rosa interno al blog è voluto.