venerdì 24 giugno 2016

Elezioni Comunali 2016


3 commenti:

  1. Tex Ceppaloni estrae il frontalino della autoradio prima di scendere dalla sua 127 verde pisello. Ha parcheggiato in sosta vietata davanti al carico/scarico di un magazzeno pieno di gente i cui genitori sono nati altrove. Il Ceppa ha una t-shirt giallastra e scolorita che ondeggia con le sue trippe e da lontano sembra una panna cotta con le gambe. I suoi occhi tondi come biglie ed orlati di giallastro come una panna cotta roteano intorno come x caso, ma non perdono un dettaglio.
    Entra rilassato nella sede di una rete privata di Benevento e pigia il pulsante dell'ascensore senza degnare di uno sguardo il portiere con il naso che quasi trafigge la Gazza: il lunedì mattina è stato fatto da Dio x la consultaz dei risultati di A e di serie minori. Il Ceppa esce dalla cabina al secondo piano e sbuca sul set di una serie minore e di avanguardia che dovrebbe sfidare gli sceneggiati del primo canale RAI pieni di pirati malesi e di tigri. Gli attori, tutti vestiti di lino colorato ed in piedi su sassolini puntuti, chiedono un cambiamento. Il Ceppa gira sui tacchi e torna nell'ascensore. Emerge al terzo piano dove è in corso il telegiornale e passa un biglietto al direttore. Poi si ritira in un camerino. Ne esce dopo il crepuscolo , giusto in tempo x il tg del prime time. Ha una parrucca giallastra che dovrebbe esser bionda, rimmel somministrato con entusiasmo e rossetto visibile anche dalla Luna. Praticamente un totem navajo come lo dipingerebbbe Botero. Il Ceppa prende posto alla scrivania e legge la notizia che gli preme: Tex Ceppaloni ha sciolto la riserva ed il giorno dopo sarà candidato ufficialmente nella competizione x l'elezione del sindaco di Benevento. La emittente stigmatizza la propria indipendenza, ma non può fare a meno di notare il lieto evento.
    Mentre sono trasmessi i commercials, il Ceppa , con indosso ancora il tailleur a fioroni ed un paio di tacco tredici , guadagna l'uscita. Non trova + le chiavi del suo bolide e cerca quindi di forzarne la portiera. Lo arresta la pula mentre sta smadonnando con la parrucca di traverso nella notte afosa.
    L'incidente è documentato da tutti i media. Il Ceppa vince le elezioni contrariamente a quanto sostenevano tutti i sondaggi.

    RispondiElimina
  2. Crepascolo, ma sei un bot?

    RispondiElimina
  3. Nel senso di buono ordinario del tesoro ? Credo ne avessero i miei genitori negli anni di piombo e probabilmente anche in quelli di plastica. Immagino ne abbiano venduti la maggior parte x comperare l'appartamento dove ho vissuto fino al momento in cui ho incontrato Crepascola. Ricordo il mio esodo dalla casa dei miei come un piccolo trauma: ero stato a teatro a vedere una combo del Caligola di Camus e del Mondo dei Robot di Asimov ed realizzai che i miei genitori si erano trasferiti altrove senza dirmelo. Sullo stuoino trovai la chiave di un bilocale arredato parzialmente ed un biglietto con l'indirizzo. Ho pagato x anni una legione di detectives e ora sono ragionevolmente sicuro che mamma e papà vivano a Vaduz dove hanno aperto una tatuaggeria la cui specialità è un inchiostro fosforescente. Ogni volta che incappo in un rave dove la gente poga e così facendo mette in scena lo psichedelico scontro di draghi e demoni luminosi che di solito riposano sulle loro braccia penso a loro. Li ho perdonati per avermi lasciato solo quando avevo giusto la età x votare un senatore. Quasi.

    RispondiElimina

Non vi sprecate troppo a scrivere ciò che pensate, a nessuno importa davvero.

 

Figlie della Serva (tutti ridono tranne te) - Template by Ipietoon Cute Blog Design adattato da noi.
(*)Attenzione: avvertiamo i lettori che il colore rosa interno al blog è voluto.