sabato 4 giugno 2016

Ma si può sopravvivere al 2016?

Le Figlie della Serva e il 2016

3 commenti:

  1. Mi sembra che fosse nel numero sette del dr Morgue - non ho qui l'incartamento e anche al tempo ricordo la fatica di leggere il vostro corsivo che mi ha tanto ricordato i primi esperimenti del mio cucciolo che ha sette anni - ma ricordo che rimasi davvero impressionato dal vostro plot con quel vecchio nomato Lear che ricordava i tempi in cui era un giovine annunciatore radiofonico di giorno e un dancer en travesti nomato la Duchessa Bianca dopo il crepuscolo che ora la pula di Montreal credeva una sorta di Jekyll & Hyde mentre era solo un uomo che viveva di ricordi e dialogava con un elfo che chiamava Piccolo Principe caduto sulla Terra dalla galassia delle Cinque Stelle.
    Se avessimo avuto uno zilione di euri da scommettere in un momento in cui stavamo brancolando nel buio ( nel senso di Valter ndr ) avremmo speso quei dindi nel tentativo di lanciare sul mondo ignaro il vostro Malacrapa upgradato, ma non son più i tempi in cui anche una robina come il Mortal Kombat della Malibu Comics in edicola ed in fumetteria ripagava ampiamente lo sforzo di tradurlo. So goes life.
    Vi consiglio ancora una volta, come feci alla Karonno Pertusella Comic Convention di fare un tascabile alla Diabolik dello Spaccamorti con dialoghi sincopati ed essenziali alla Richard Stark ( o Chuck Dixon ) e con disegni spigolosi ed immediati alla Dan Maramotti o Chester Gould 2.0 ed allora avremo davvero una cosina che farà piangere i colombi nella pioggia porpora mentre i ragni di Marte si baciano come nemmeno nelle memorie di Adriano.

    RispondiElimina

Non vi sprecate troppo a scrivere ciò che pensate, a nessuno importa davvero.

 

Figlie della Serva (tutti ridono tranne te) - Template by Ipietoon Cute Blog Design adattato da noi.
(*)Attenzione: avvertiamo i lettori che il colore rosa interno al blog è voluto.